Symantec

Un solo certificato per mettere in sicurezza un numero illimitato di sottodomini

Un esempio valido di certificato Secure Site WildCard è quindi *.trustitalia.it, rilasciato a Trust Italia SpA e dove l’asterisco rappresenta tutti i sottodomini, attivabili, come detto, in numero illimitato.

Tale certificato, da solo, potrebbe proteggere, per esempio, tutti i seguenti common name:

  • www.trustitalia.it
  • mail.trustitalia.it
  • ............
  • supporto.trustitalia.it

Leggi di più

Certificato Wildcard

Vantaggi principali

  • Minori costi di amministrazione e sviluppo poiché si utilizza un unico certificato SSL per più sottodomini
  • Installazione e gestione semplificata dei certificati: unico certificato, unica data di scadenza
  • Protezione immediata di tutti i sottodomini futuri e conseguente eliminazione del tempo necessario per l'acquisto di nuovi certificati
  • Accettazione dei requisiti jolly SSL per le applicazioni basate sul Web: per esempio Open Social
  • Protezione oggi e in futuro di tutti i sottodomini a un prezzo già noto

Caratteristiche Principali

  • Full Organization Authentication (OV)
  • Riconosciuto dal 99% dei browser in circolazione
  • Crittografia da un minimo di 40 bit fino a 256 bit
  • RSA e DSA, 2 algoritmi di crittografia nello stesso certificato SSL
  • $ 1.500.000 di garanzia
  • Validità da 1 a 3 anni
  • Revoca e sostituzione gratuita (anche con cambio dati) entro 30 giorni dalla data di rilascio
  • Symantec Safe Site incluso gratuitamente e comprensivo
    • del simbolo Norton Secured
    • della Scansione Antimalware giornaliera del sito Web
    • della funzionalità Seal in Search che aumenta la visibilità del sito aiutando a distinguersi dalla propria concorrenza


_______________
(*) Un certificato wildcard di tipo *.dominio.it funziona solo con Fully Qualified Domain Name (FQDN) che hanno domini di terzo livello: per esempio www.dominio.it o ssl.dominio.it.
Lo stesso certificato non funziona per FQDN con domini di quarto o di quinto livello come, per esempio, www.azienda.dominio.it o www.gruppo.azienda.dominio.it.
In questi due ultimi esempi possono, però, essere validamente utilizzati i certificati *.azienda.dominio.it e *.gruppo.azienda.dominio.it.

Prodotti correlati

img_item-1